casantuoglio
Panoramica del banco pizza Casa del Nonno 13

Straordinaria, ritemprante sosta nel “rifugio” di Raffaele Vitale, dove abbiamo trascorso tre ore in eccezionale relax, imbarazzati esclusivamente dalla incredibile scelta di leccornie.
La collocazione del ristorante è problematica, collocata nella fitta rete di stradine e vicoletti alternata a piccoli curati orticelli, dell’agro Sarnese Nocerino che volge verso Mercato S.Severino, in un antico cantinone della zona, la Casa del Nonno, appunto. In questo rifugio suggestivo Raffaele Vitale ha stabilito il suo quartier generale al servizio della tipicità e dell’Alta Cucina ispirata alla tradizione, che in Campania è assolutamente notevole. All’ingresso la vasta cucina a vista è sintomatica del modo di vedere del patron, e predispone a grande confidenza.
I meandri della vasta area sotterranea sono arredati con grande gusto e pulizia, pur nel rispetto degli ambienti preesistenti, testimoniati dalla presenza dei resti di un monumentale “torchio di Catone” che sono stati inseriti discretamente nell’arredamento. I piatti della  cucina della Casa

Carpaccio con cipolle e verdura in sale di Cipro
Carpaccio con cipolle e verdura in sale di Cipro

del Nonno sono assolutamente estemporanei ed ispirati dal momento, legati alla ricerca maniacale della materia prima attinente al territorio ed alle verdure di stagione: per questo non si potrebbe desiderare un orto più ricco e di qualità del vicino agro nocerino, notoriamente fonte di primizie e verdure di grande qualità che lo chef coniuga in modo appropriato. Il pomodoro S.Marzano è al centro dell’attenzione, con il sugo preparato direttamente in ristorante e  la corte di tutte le verdure che in continua successione provengono freschissime, ogni mattina, dai fertilissimi terreni vulcanici dei comuni limitrofi. Il servizio e l’assortimento di cantina non potevano non essere adeguati, affidati alla competente, sollecita e confidenziale cura di Mimmo e Gino, sempre solerti,  e nelle cui mani il cliente può affidarsi tranquillamente, con la certezza di essere consigliati per il meglio.

Torta Ricotta e Pera secondo Nonno 13

I piatti sono sempre interpretati in modo personale e soggettivo: ne è un esempio la nota e ricercata “ricotta e pere” ,  in piatto con ricotta in cialda di sfogliata, fettine di pera rosolate e sorbetto di fior di latte.
Siamo contenti di poter dire che Casa del Nonno ha nella carta dei vini il nostro Lucanico

Riferendosi al contesto ed a tanta qualità, la votazione per la cucina, il servizio ed i vini con  tre nove, che assegno al ristorante, potrebbero addirittura sembrare un po’ stretti. Il prezzo è assolutamente adeguato al contesto, intorno ai 40/50 Euro.

Lascia un commento

Chiudi il menu