Feb 21 2016

Al via il II Corso ONAV Val d’Agri

Category: Newsjaco @ 12:42
I lezione del II corso ONAv Val d'Agri

I lezione del II corso ONAv Val d’Agri

Ha preso il via a  Viggiano, ieri 20 febbraio alle 18,00  il secondo corso ONAV per Assaggiatori di Vino organizzato dal Consorzio DOC Terre Alta Val d’Agri con il sostegno del Comune di Viggiano, da sempre impegnato nella valorizzazione dei prodotti tipici del terrtorio e nell’educazione dei cittadini al bere consapevole.

Molto soddisfacente, oltre ogni più ottiimistica previsione, l’adesione di appassionati,provenienti dai vari comuni della valle,  che frequenteranno il corso e che ha avuto la collaborazione dei soci del Consorzio, interessati alla valorizzazione delle qualità proprie dei prodotti viticoli della valle, e che si inquadra nella prosecuzione del lavoro intrapreso dagli Enti locali con il progetto Basivin-Sud.(leggi qui)

La prima lezione ha avuto luogo presso il salone dell’Hotel dell’Arpa, dove, dopo il saluto dell’Assessore Varalla,  la Delegata regionale, Antonietta Facciuto ha spiegato gli obiettivi e le funzioni dell’ONAV, ed ha intrattenuto gli allievi con una lezione introduttiva, parlando della storia e del corretto rapporto del vino con il piacere di berlo.

Degustazione finale di un vino (ovviamente) DOC Terre dell’Alta Val d’Agri dell’Azienda Di Fuccio.

Tag: , ,


Feb 04 2016

Corso ONAV per Assaggiatori in Val d’Agri

Category: Newsjaco @ 12:25
Corso ONAV per Assaggiatori vino in Val d'Agri a Viggiano

Corso ONAV per Assaggiatori vino in Val d’Agri a Viggiano

L’ONAV – Organizzazione Nazionale Assaggiatori Vino – organizza in Val d’Agri, ed esattamente in Viggiano presso l’Hotel dell’Arpa, un corso di I’ livello di Assaggiatore Vino, rivolto a tutti gli enoappassionati interessati ad approfondire e specializzare le proprie capacità di conoscenza e valutazione di un vino.

Il Corso, di 18 lezioni, avrà il supporto del Consorzio DOC Val d’Agri ed inizierà venerdi 12 febbraio pv. presso l’Hotel dell’Arpa in Viggiano alle ore 18.00 . la cadenza delle lezioni successive sarà stabilita in accordo con le esigenze degli iscritti.

Con le lezioni dei docenti ONAV  il Corso fornirà un’ottima opportunità per avvicinarsi alla conoscenza del vino, alla sua valutazione ed al corretto modo di berlo e sarà facilmente accessibile a tutti gli abitanti della cerchia di Comuni della Val d’Agri.

Per maggiori informazioni:   potenza@onav.it

Delegata ONAV Basilicata  Antonietta Facciuto 349 1618729

Francesco Pisani   Cell. 338 1898934

Tag: , , ,


Set 16 2015

Pubblicazione delle ricerche sugli antichi vitigni Lucani

Category: Newsjaco @ 20:18
Cartoline di invito Progetto Basivin

Cartoline di invito Progetto Basivin

Cartoline-invito-Basivin_retroSiamo alfine giunti alla pubblicazione dei risultati che la ricerca BASIVIN-SUD ha sviluppato negli ultimi otto anni circa l’identificazione ed il riconoscimento di antichi vitigni presenti diffusamente nei vecchi vigneti della Lucania.

Nel corso del Convegno che si terrà a Viggiano  il prossimo 25 Settembre, gli Enti committenti del progetto, ALSIA, Il Consorzio della DOC Terre dell’Alta Val d’Agri, la  Regione Basilicata ed il Comune di Viggiano, presenteranno la pubblicazione che racchiude tutte le conclusioni alle quali sono giunte le ricerche condotte dagli agronomi del CRA, guidati dal Dott Angelo Caputo, e dagli archeologi del CNR, diretti dal Dott Stefano Dellungo.

Fra i 480 vitigni indagati, molte le sorprese, al di la delle esatte identificazioni di cloni diffusi e conosciuti ma erroneamente  identificati; ben 42 vitigni sono risultati sconosciuti e mai classificati nei data-base del CRA;  ma le maggiori attese provengono da due mutazioni dell’Aglianico, la varietà bianca e quella storica, descritta dal Frojo nel 1870, a maturazione precoce.

Inoltre, dai saggi effettuati con microvinificazioni condotte dagli enologi del CRA, sono risultati di estremo interesse i vitigni bianchi Jusana o Giosana e Santa Sofia, oltre al detto Aglianico Bianco, e fra i rossi, il Mangiaguerra, il Castiglione o Arvino, il Guarnaccino, il detto Aglianico precoce, molto interessante, questo, per l’area della Val d’Agri, situata a 700 mt slm, e quindi con maturazioni problematiche per l’Aglianico normalmente impiantato.

Gli interessati potranno intervenire alla presentazione del volume riassuntivo, che avverrà durante il Convegno.

Progetto basivin sud Viggiano

Progetto basivin sud Viggiano

Tag: , , , , , ,


Lug 22 2015

Le Radici del Gusto Lucano a Viggiano

Category: Newsjaco @ 13:16
Le radici del gusto nell'Appennino Lucano, biodiversità cultura e tradizioni

Le radici del gusto nell’Appennino Lucano, biodiversità cultura e tradizioni

Siamo lieti di invitarvi a partecipare all’evento Le Radici del Gusto:

Locandina Valorizzazione del prodotto tipico – Vino dell’Alta Val d’Agri e Prosciutto di Marsicovetere

Le Radici del gusto dell’Appennino Lucano. Biodiversità, cultura e tradizioni. Valorizzazione del prodotto tipico – Vino dell’Alta Val d’Agri e Prosciutto di Marsicovetere”,

La serata è organizzata dall’Ente Parco Nazionale Appennino Val d’Agri Lagonegrese in collaborazione con il Comune di Viggiano, e si terrà a Viggiano, in data 26 luglio 2015 alle ore 17.30 nello splendido complesso della Villa del Marchese Sanfelice appena restaurata.

In allegato potete leggere la locandina con il programma della serata di cui all’oggetto, inserita nelle iniziative che prevedono un ciclo di eventi  dedicati al tema: “Le Radici del gusto dell’Appennino Lucano. Biodivesità, cultura e tradizioni.”

La serata viggianese sarà dedicata al prosciutto di Marsicovetere in abbinamento con il vino DOC Terre dell’Alta Val d’Agri e la degustazione dei prodotti tipici avverrà con il sottofondo delle note di arpa degli allievi della Scuola di Arpa Viggianese.

 

Tag: , , , , ,


Lug 21 2015

Pubblicazione della ricerca sui Vitigni Autoctoni Lucani

Category: Newsjaco @ 12:10
Vigneto ai piedi di Viggiano

Vigneto ai piedi di Viggiano

E’ giunta al termine la ricerca commissionata dal Comune di Viggiano, dall’ALSIA e dal Consorzio DOC Terre dell’Alta Val d’Agri al CRA di Turi (BA) ed al CNR di Tito Scalo (PZ). Con un Convegno che si terrà a Viggiano il 25 di Settembre prossimo,finalmente i risultati di otto anni di lavori saranno resi noti per mezzo della pubblicazione di un volume che descrive i vari e complessi aspetti del lavoro svolto.

La relazione sui risultati raggiunti sarà esposta dai principali artefici del notevole lavoro di ricerca effettuato: per la ricerca genetica ed identificazione dei vitigni, il dott Angelo Raffaele Caputo del CRA ; per quanto riguarda invece le ricerche storiche ed i riferimenti culturali, sarà il dott Stefano  Dellungo, archeologo del CNR, il quale, con il supporto del collega agronomo Canio Sabia, ha intessuto la complessa trama della viticoltura Lucana, con particolare riferimento alla storia dell’Agianico.
Le indagini condotte sui vitigni indagati, circa 480, per l’identificazione degli stessi e sulla storia che la vitivinicoltura lucana custodisce da sempre, hanno rivelato un patrimonio di biodiversità straordinario, aspetti culturali inconsueti e vitigni dimenticati che vanno assolutamente salvaguardati e propongono questi ritrovamenti come un eccezionale volano per un rilancio della vitivinicoltura della Val d’Agri.
Particolarmente interessanti sembrano essere l’Aglianico precoce o scerpola, l’Uva antica e il Castiglione tra i rossi mentre promettono interessanti qualità la Giosana, l’Aglianico bianco e la Santa Sofia, tra i bianchi.
A questo punto però, ancora un notevole lavoro attende i viticoltori lucani che dovranno prima propagare le poche viti collezionate e quindi trovare il corretto metodo di allevamento e di vinificazione per valorizzare vitigni le cui caratteristiche sono state finora ignorate.

Tag: , , ,


Ott 19 2014

Relazione sugli antichi vitigni della Val d’Agri

Category: Newsjaco @ 12:02
Scerpola - antico clone di Aglianico della Val d'Agri

Scerpola – antico clone di Aglianico della Val d’Agri

Si terrà sabato 8 Novembre p.v.  ore 9,00 – all’Hotel dell’Arpa di Viggiano,  un Convegno durante il quale saranno illustrati al pubblico ed agli appassionati l’esito delle ricerche, iniziate nel 2008, di antiche varietà di vite presenti nel territorio Lucano.

La ricerca – sostenuta dal Comune di Viggiano e dall’ALSIA – è stata commissionata al CRA ed al CNR, i cui tecnici hanno esplorato gli antichi vigneti lucani ed hanno svolto le analisi genetiche e storiche atte all’identificazione delle varietà che sono ora in un campo-collezione dell’ALSIA.

Questo il Comunicato stampa dell’evento: Comunicato_08.11.2014

Le ricerche hanno portato al reperimento di alcune varietà dimenticate che hanno dimostrato notevoli attitudini enologiche, come dimostrano le microvinificazioni operate dal CRA e che si potranno degustare nel corso dell’evento. Di particolare interesse la bianca Giosana, della quale sono emerse due tipologie, aromatica e non,  la rossa Scerpola . clone di aglianico a maturazione precoce – l’Aglianico bianco, il vujanese, l’uva Antica.

Vite di Giosana

Vite di Giosana

Per avere qualche idea del progetto potete leggere il mio blog:

E’ gradita una conferma di partecipazione da parte dei giornalisti e degli appassionati che desiderano essere presenti.
Per informazioni .
Cell 338 8595158
Luigi Iacoletti info@organicwine.it

Tag: , , ,


Set 23 2014

Anche quest’annata è eccezionale?!?

Category: Newsjaco @ 11:09
Scerpola - antico clone di Aglianico della Val d'Agri

Scerpola – antico clone di Aglianico della Val d’Agri

Annus horribilis per l’agricoltura italiana, funestata da grandinate, alluvioni e ” bombe” d’acqua sopratutto per il centro-nord. Da noi al sud, la pioggia ha egualmente imperversato ma alla resa dei conti, abbiamo potuto porre rimedio solo con  qualche trattamento in più rispetto all’ordinario, e siamo alla vendemmia con uva più che dignitosa. Solo un leggero ritardo della maturaziine  ci obbliga ad attendere ancora, ma il buono stato sanitario dell uva ci permette di attendere fiduciosi.

Allo scopo di evitare i soliti editti trionfalistici che negli ultimi anni sono diventati la norma, nonostante le tempeste e i notevoli cambiamenti del clima, per sgombrare il campo da sorrisini ironici e facili allusioni, pubblichiamo le foto della nostra uva al 23 di settembre. Anche quest’anno possiamo vantare uno stato sanitario invidiabile. 
Ci sentiamo di ringraziare la natura per le favorevolissime condizioni ambientali della Val d’Agri che rendono quest’area fortemente vocata alla viticoltura e all’agricoltura in genere, come testiminiano i tanti prodotti lucani DOP che qui si producono. Se i viticoltori si impegnano con passione e dedizione a praticare le corrette ed appropriate tecniche di coltivazione, ritorneremo ad avere annate ordinarie, pessime oppure ottime, cosa che  giustifica la specifica dell’anno sull’etichetta. 

Tag: , , , ,


Set 22 2014

Rinnovato il Consiglio del Consorzio “Terre dell’Alta Val d’Agri”

Category: Newsjaco @ 19:58

Nel corso della piacevole serata tenutasi nella Sala dell’Hotel dell’Arpa a Viggiano, è stato rinnovato il Consiglio di Amministrazione del Consorzio, con la riconferma del Presidente dott. Francesco Pisani – Consiglieri Giuseppe di Fuccio, Giovanni de Blasiis, Giovanni Di Trani, Luigi Iacoletti.

La serata si è conclusa con la cena dei soci, molto cortesemente ospitati dal Consigliere Giuseppe Di Fuccio, titolare dell’Hotel dell’Arpa, che ha offerto una cena di ottimo livello gastronomico, improntata a piatti ispirati al vino Terre dell’Alta Val d’Agri”; questo il menu:

Menu Hotel dell’Arpa             Menu Cena dei Soci del Consorzio

 

 

Tag: , , ,


Ott 31 2012

Vitigni autoctoni – ultimo aggiornamento

Category: Newsjaco @ 19:24
OYNOTRON ovvero Palo di vigna

OYNOTRON ovvero Palo di vigna

Procede il progetto Basivin Sud, condotto dal CRA e  cofinanziato dalla Regione Basilicata, dall’ALSIA e dal Comune di Viggiano.

Il convegno avrà luogo il giorno 6 Nov 2012 – ore 9,30 – presso la sede del Consorzio di Tutela e Valorizzazione della DOC  Terre Alta Val d’Agri presso la Sede ALSIA “Bosco Galdo”  via Grumentina di Villa d’Agri – info 0835 244608 –

Il progetto investe la ricerca e la catalogazione di oltre 150 accezioni di vitigni recuperati in vecchi vigneti della Basilicata, segnatamente nell’area Val d’Agri, Vulture e Pollino.  I risultati raggiunti finora della ricerca CRA saranno illustrati dagli eminenti ricercatori Prof Antonacci, Dott. Caputo e dott Bergamini che ci riferiranno circa le indagini sul DNA dei ceppi selezionati e sullo stato del vigneto catalogo creato a Turi.

Filari centenari (1909) di Magliocco dolce a Viggiano

Filari centenari (1909) di Magliocco dolce a Viggiano

I risultati ottenuti finora ( il progetto è iniziato nel 2008) permettono già di individuare la Basilicata come un’area  di transito tra le regioni meridionali calabra, campana e pugliese, conservando per questo noti vitigni autoctoni diffusi anche nelle altre regioni. Parliamo di vitigni quali il Primitivo, il Fiano, il Magliocco Dolce, la Malvasia toscana ed altri non ancora ben identificati, se non addirittura sconosciuti.

Su questi ultimi vitigni, ancora presenti e produttivi in un nostro antico vigneto di famiglia, fondiamo le speranze di poter creare vini ancora più autentici e personali del nostro craft wine.

MANIFESTO BASIVIN

Tag: , , , , ,


Set 05 2011

AGLIANICA 2011 a Venosa

Category: Newsjaco @ 12:21

Come ogni anno è in preparazione l’attesa manifestazione enoica  “AGLIANICA” che quest’anno avrà come scenario il magnifico Castello del Balzo, a Venosa, la cittadina oraziana.

La kermesse si svolgerà dal 30 Settembre al 2 di Ottobre e, come al solito, offrirà una panoramica della produzione di qualità dei vini di Aglianico, con gli altri vini DOC lucani, compresi i DOC Matera ed i vini della Val d’Agri.

Chi volesse conoscere e degustare il LUCANICO  potrà trovarci presso lo Stand del Consorzio di Tutela  DOC Terre dell’Alta Val d’Agri.

Vi aspettiamo per un assaggio a base di  “Tarallucci e Vino”

PROGRAMMA Aglianica 2011

Aglianica Wine Festival! La kermesse, considerata una delle più importanti in Italia nel suo comparto, ha visto, nella passata edizione, la presenza di più di 6mila visitatori in soli 3 giorni. “Aglianica Wine Festival” non è solo un momento di “mero divertimento” ma un pretesto per fare marketing territoriale, per dare un segnale forte di ripresa dell’economia del territorio che passa attraverso il turismo e l’eno-gastronomia. “Aglianica Wine Festival” è un momento di incontro e confronto tra le realtà imprenditoriali “abili e capaci” che creano ricchezza, sviluppo e occupazione, le istituzioni attente alla creazione di strumenti diripresa economica e la collettività che sta soffrendo un periodo di vero disagio; il tutto armonizzato da spettacoli di grande fascino attrattivo, workshop di grande valore sociale e culturale e tante degustazioni. La città di Venosa accoglierà come sempre con la massima cordialità la miriade di visitatori e gastronauti che vorranno visitarla. Sarà un oasi felice per tutti. Per i gastronauti più esigenti verranno organizzati degustazioni guidate dei più importanti vini della Basilicata, primo fra tutti l’Aglianico e percorsi di educazione al gusto dei nostri prodotti di eccellenza; per le famiglie che intenderanno trascorrere qualche momento di relax degustando i nostri prelibati prodotti sarà possibile visitare il mercatino e sostare in un area ristoro dove godersi gli spettacoli in un’atmosfera di alta convivialità; verranno offerte tante occasioni di “divertimento consapevole” senza dover necessariamente abusare di alcool.Il tutto magistralmente contenuto nella splendida cornice del Castello del Balzo a Venosa. La Manifestazioneche durerà 3 giorni dal 30 Settembre al 2 ottobre è stata ideata e diretta dall’Ass.ne Aglianica di Rionero in Vulture coadiuvata dall’Amministrazione Comunale di Venosa e dall’APT di Basilicata. Sarà una “Aglianica gustosa” che come sempre non mancherà di lasciare in ogni cuore un ricordo lieto e profondo.

Saremo Onorati di averti con Noi

Programma Aglianica W  F  2011

Tag: , , , ,


Pagina successiva »